sicily-jass_logo

upcoming screenings: 

March 30, 2017- 05:30 pm @Università per Stranieri di Siena – Siena

April 08, 2017 – 07:30 pm @Casa del Jazz – Roma

April 19, 2017 – 06:00 pm @John D. Calandra Istitute – New York

SYS2ND_officialselection
sicily-jass_logo

prossime proiezioni: 

 30 Marzo 2017 – ore 17.30 @Università per stranieri di Siena – Siena

08 Aprile 2017 – ore 19:30 @Casa del Jazz – Roma

Sicily Jass

The world’s first man in jazz

Un film di Michele Cinque

Sicily Jass – The world’s first man in jazz racconta la vicenda umana e il problematico ruolo di Nick La Rocca nella storia del jazz. Siciliano nato a New Orleans alla fine dell’800, La Rocca, con la sua Original Dixieland Jazz Band, incide nel 1917 il primo disco della storia del jazz, Livery Stable Blues. Il disco venderà più di un milione di copie, e l’Original Dixieland Jazz Band nel giro di poche settimane diventerà la jazz band più pagata al mondo. I loro brani da Tiger Rag a Clarinet Marmalade influenzeranno i più grandi jazzisti di colore, tra cui Louis Armstrong.

Il film, tra finzione e cinema del reale, tra una Sicilia senza tempo e la New Orleans di oggi e di ieri, mette a fuoco la figura di Nick La Rocca. Trombettista autodidatta (e imprenditore edile), personaggio scomodo, bianco nella musica nera per eccellenza, il suo carattere ombroso lo porterà dal grande successo a un triste declino.

Sul ritmo incessante del Jazz Dixieland, sulla colonna sonora originale di un fantasmatico quintetto jazz siciliano, sulla musica di strada di New Orleans, Sicily Jass – The world’s first man in jazz è un viaggio introspettivo narrato dalla voce, dal gesto e dai pupi di Mimmo Cuticchio.

Il giudizio di critici e storici del jazz e i materiali di archivio rielaborati con le più moderne tecniche grafiche scandiscono la narrazione e ci fanno rivivere l’epoca del successo della band. La voce di Nick La Rocca in un’inedita intervista e l’intimità della testimonianza del figlio Jimmy ci portano infine a scoprire perché La Rocca e la sua band sono spesso dimenticati nella storiografia del jazz.

Sicily Jass

The world’s first man in jazz

Un film di Michele Cinque

Sicily Jass – The world’s first man in jazz racconta la vicenda umana e il problematico ruolo di Nick La Rocca nella storia del jazz. Siciliano nato a New Orleans alla fine dell’800, La Rocca, con la sua Original Dixieland Jazz Band, incide nel 1917 il primo disco della storia del jazz, Livery Stable Blues. Il disco venderà più di un milione di copie, e l’Original Dixieland Jazz Band nel giro di poche settimane diventerà la jazz band più pagata al mondo. I loro brani da Tiger Rag a Clarinet Marmalade influenzeranno i più grandi jazzisti di colore, tra cui Louis Armstrong.

Il film, tra finzione e cinema del reale, tra una Sicilia senza tempo e la New Orleans di oggi e di ieri, mette a fuoco la figura di Nick La Rocca. Trombettista autodidatta (e imprenditore edile), personaggio scomodo, bianco nella musica nera per eccellenza, il suo carattere ombroso lo porterà dal grande successo a un triste declino.

Sul ritmo incessante del Jazz Dixieland, sulla colonna sonora originale di un fantasmatico quintetto jazz siciliano, sulla musica di strada di New Orleans, Sicily Jass – The world’s first man in jazz è un viaggio introspettivo narrato dalla voce, dal gesto e dai pupi di Mimmo Cuticchio.

Il giudizio di critici e storici del jazz e i materiali di archivio rielaborati con le più moderne tecniche grafiche scandiscono la narrazione e ci fanno rivivere l’epoca del successo della band. La voce di Nick La Rocca in un’inedita intervista e l’intimità della testimonianza del figlio Jimmy ci portano infine a scoprire perché La Rocca e la sua band sono spesso dimenticati nella storiografia del jazz.

dasdasdasda